UTILIZZARE LE TERAPIE NON FARMACOLOGICHE PER COMBATTERE LA MALATTIA DI ALZHEIMER

Oggi vi presentiamo delle terapie non farmacologiche per alleviare le conseguenze della malattia di Alzheimer in modo naturale. Terapie adattate a ogni persona in base ai suoi desideri, ai suoi gusti e all’ambiente in cui vive.

 

Con l’avanzare dell’età, sempre più anziani sono colpiti dalla malattia di Alzheimer. Disorientati, sono agitati dalle paure, perché il cervello non riconosce l’ambiente in cui si trova. Per aiutarli a calmare queste ansie a volte insopportabili, sono state sviluppate terapie non farmacologiche per la malattia di Alzheimer.

 

IMPORTANZA DELLA TERAPIA NON FARMACOLOGICA PER L’ALZHEIMER

Se la perdita di memoria è la causa principale del morbo di Alzheimer, le conseguenze della malattia sono di solito le più dannose per il paziente e per chi lo assiste. È quindi essenziale sviluppare terapie che abbiano un approccio non farmacologico ai problemi comportamentali. Contribuiranno a ridurre i disturbi cognitivi e a favorire il ritorno a uno stile di vita normale.

Tuttavia, è indispensabile trovare il trattamento più appropriato per i pazienti, in modo da soddisfare le loro esigenze in termini di stile di vita, storia e disturbi riscontrati. Queste soluzioni devono essere attuate non appena compaiono i primi sintomi per evitare che la situazione peggiori.

Qui presentiamo alcune terapie non medicinali di provata efficacia. Sebbene il trattamento non farmacologico sia essenziale, a seconda dell’individuo, alcune soluzioni sono più appropriate di altre.

 

L’ATTIVAZIONE DELLA MEMORIA ATTRAVERSO I RICORDI

Questa terapia non medicamentosa, in una casa di cura o a domicilio, è essenziale per far tornare i ricordi alla persona affetta dalla malattia di Alzheimer. Questa soluzione richiede poche conoscenze e può essere utilizzata semplicemente sfogliando un album di foto o prendendosi il tempo di ascoltare il paziente mentre racconta una storia che gli è piaciuta. Se sono stati molto coinvolti nel loro lavoro, perché non farli parlare del loro mestiere o di un settore che ha sempre suscitato la loro passione.

memorie reminiscenza

INCORAGGIAMENTO ATTRAVERSO IL METODO MONTESSORIANO

Questa cosiddetta tecnica Montessori è stata originariamente sviluppata per aumentare la fiducia dei bambini con difficoltà. Oggi è stato adattato alle persone anziane per evitare il fallimento. L’idea è quella di far fare loro esercizi di base nel loro campo professionale. Tuttavia, questo non deve essere visto come un lavoro. Per superare questo test, è necessario osservare le loro potenzialità.

memoria montessoriana per anziani

LO SVILUPPO DI MEZZI DI ESPRESSIONE ATTRAVERSO L’ARTETERAPIA

Conosciuta anche come arteterapia, questa tecnica utilizza vari mezzi espressivi per consentire al cervello del paziente di recuperare la memoria episodica e semantica. In questo modo si attenuano le ansie e si dà al paziente uno slancio positivo. È importante che le attività proposte rendano felice la persona accompagnata e la aiutino a ricordare ricordi e dettagli che l’hanno resa felice.

arte terapia

STIMOLARE I SENSI ATTRAVERSO L’AROMATERAPIA

 

 

 

L’aromaterapia è un approccio non farmacologico alla malattia di Alzheimer che utilizza i profumi per risvegliare la memoria percettiva. Che si tratti di un massaggio o di una diffusione, il paziente avrà un sonno tranquillo e ritroverà gli odori che gli ricordano le persone importanti.

L'aromaterapia per una persona affetta da Alzheimer

CALMA E ZOOTERAPIA

Questo metodo, noto come meditazione animale, è ampiamente utilizzato dalle persone che hanno dovuto tenere animali domestici ed è molto comune nelle case di riposo. A questo scopo, gli animali vengono selezionati appositamente per visitare gli anziani. Questi animali di varie specie vengono utilizzati dagli educatori per dare tenerezza agli anziani. In questo modo vengono stimolate le capacità motorie e cognitive e, soprattutto, viene potenziata la loro psico-emotività.

Cercate attività terapeutiche non medicalizzate per affrontare la malattia di Alzheimer?

UN PROGRAMMA DI SOSTEGNO ALLE PERSONE AFFETTE DA ALZHEIMER

SOFIA

sofia-giocchidimemoria-alzheimers-anziani

ACCOMPAGNARE LE PERSONE AFFETTE DA ALZHEIMER

ARTICOLO

tabella-alzheimer-sofia-memoria-stimolazione-cognitiva-giochi-anziani

Altri articoli che potrebbero interessarvi: